Quando qualsiasi cosa la si fà con il cuore, lascia sempre un ricordo indelebile…

In una bellissima giornata di sole, nell’affascinante palcoscenico dell’Autodromo del Levante, si è tenuta la prima edizione di “MotorTerapia, trofeo ACI Bari”, una gara di emozioni, abbracci e sorrisi, dove i navigatori speciali sono saliti a bordo di auto da rally, sportive e moto, per vivere un giro emozionante in pista.


Il sound dei motori hanno moltiplicato le emozioni di tutti i presenti: Ferrari, Posche e Lotus sino alle frizzanti auto da rally e le moto.
Nel giro di inaugurazione è stato entusiasmante nel vedere sfilare auto da sogno, sentire la musica dei motori, che il cuore di tutti i piloti ha voluto dedicare, in una giornata di festa, a tutti navigatori speciali.


Al taglio del nastro erano presenti: Cap. Corrado QUARTA (Comandante CC Modugno), Avv. Francesco RANIERI (Presidente ACI Bari), D.ssa Maria Grazia De Renzo (Direttrice Aci Bari), Ivan Pezzolla (Amministratore Safe & Emotion Srl), Paolo SPADAVECCHIA (Referente FMI Puglia), Dott. Francesco MANFREDI (Ref. Bari del Comitato Paralimpico Puglia), Giuseppe TULIPANI (Garante Regionale dei Diritti delle Persone con Disabilità), Tony CAMASSA (Pres. Ferrari Club Puglia), Alessandro ADRIANI (Pres. Porsche Club Puglia), Gianni TARRICONE (Lotus Bari AutoTrend), Salvatore Langella (Pres. Puglia del Goldwing Club Italia), Pierangelo Ciccio Brutto Muci (Portatori Sani di Sorrisi Onlus), Francesco Perulli (Creatore di MotorTerapia).


Durante il discorso inaugurale tutti gli intervenuti hanno ribadito l’importanza e lo spessore di MotorTerapia, un progetto dedicato ai disabili, ma che è una vera e propria terapia per tutti coloro che partecipano all’evento.
Nella tappa di Bari, la rete, creata in questi anni, ha preso maggiore vigore, perchè si è notevolmente integrata di nuovi attori che hanno iniziato a conoscere MotorTerapia e che hanno promesso il loro massimo impegno per dare forza al lodevole progetto.
Ci siamo tutti divertiti ed alla fine ci siamo scambiati un arrivederci, che sicuramente è la migliore strada per un futuro ancor più roboante del progetto.

Per il futuro sicuramente sarà nostra cura una informazione più capillare dell’evento, coinvolgendo associazioni, scuole e tutti coloro che si rapportano giornalmente con i navigatori speciali della Provincia di Bari.
Alla fine, prima dello sciogliete le righe, c’è stato il mio miglior momento aggregante: la degustazione del Calzone Fritto.